Vizi domenicali

Oggi è una bella domenica di sole, ma alla sottoscritta tocca:

  • accompagnare il marito in stazione che parte per lavoro;
  • vedere annullato il pomeriggio di gossip e merenda con le amiche;
  • affrontare un mese senza lattosio per sospetta intolleranza.

Le scelte sono 2: tornare a casa e “divanizzarmi” oppure cercare gratificazione da altre parti. (non pensate male, si tratta ovviamente di cibo 🙂 )

Scelgo la seconda ipotesi

e dopo aver salutato MyLove, mi faccio un giro a piedi in zona Garibaldi.

Finalmente trovo il Fancytoast, di cui ho sentito parlare molto e bene. Il locale è piccolino, ma volendo si può mangiare all’interno. Tutto molto American style (che io adoro). Il ragazzo che mi serve è gentilissimo (glisso sul fatto che mi abbia dato del lei…è l’unica pecca, ma evidentemente è più colpa mia che sua 😉 ). Prendo un Salmon West Toast con la variante della crema di avocado, una Pompelmonade e 1 caffè americano. So che potete trovarlo su tantissimi siti di consegna a domicilio e quindi proverò anche questa soluzione. Pago il giusto e mi avvio verso la metro.

domenica - Fancy Toast

Non essendo ancora del tutto appagata, il mio occhio cade sul California Bakery di corso Como…3,2,1…entro e prendo una fetta di Red Velvet, anch’essa da asporto.

domenica - California Bakery

Arrivata a casa inizia la mia merenda rinforzata.

Il toast è buonissimo. Leggero e gustoso. La fetta di pane è proprio ciò che fa la differenza. Le aspettative sono state confermate e quindi ora non resta altro da fare che provare il resto del menù. La pompelmonade è fresca e per nulla amara come si potrebbe temere. Il caffè caldo al punto giusto quindi ho potuto sorseggiarlo passeggiando senza ustionarmi come spesso accade coi caffè americani.

Passo infine alla Red Velvet che è semplicemente sublime! Una delizia del palato, ma è risaputo che California Bakery è una garanzia in fatto di dolci americani. E’ stato il mio degno arrivederci (speriamo) al lattosio che dovrò evitare per almeno un mese.

Ora per completare il relax della domenica mi concentro sul puzzle da 4.000 pezzi che mi attende da un po’, ma questa è un’altra storia…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *